contrasto_affinita-kdl.jpg

La detersione per contrasto e per affinità

Spesso si tende a pulire la cute delicata del bambino in modo troppo aggressivo utilizzando detergenti che non ne rispettano la naturale barriera, il cosiddetto film idrolipidico, e che alterano le sue funzioni fisiologiche. Ma siamo davvero sicuri che sia necessario un trattamento così forte? La pelle del nostro bebè è davvero così “sporca” da esigere una simile pulizia?

 Facciamo un po’ di chiarezza prima di tutto. Esistono due tipi di detersione: per contrasto e per affinità.

  • La prima utilizza un detergente (a base di tensioattivi) che unito all’acqua, per l’azione di risciacquo, elimina lo sporco. Il classico bagnetto o la doccia sono due esempi di detersione per contrasto.
  • La seconda non prevede invece l’utilizzo dell’acqua in quanto la pulizia è garantita dall’uso di una sostanza grassa, come un olio o un latte detergente, che, per “affinità”, ingloba nella sua matrice lo sporco, rimosso in modo meccanico con un dischetto di cotone idrofilo.

Entrambe le tecniche sono efficaci ma per rispettare la delicatezza della cute, soprattutto quando si tratta di un bebè, è necessario scegliere il prodotto giusto.

Partiamo dai tensioattivi, tipici nella detersione per contrasto. Si tratta di sostanze composte da due parti: una simile al grasso cutaneo (e quindi allo sporco presente sulla cute) e l’altra simile all’acqua. È proprio grazie a questa sua caratteristica che il tensioattivo riesce a inglobare lo sporco in “micelle” (piccole sfere) eliminate successivamente con l’acqua.

I tensioattivi però non sono tutti uguali: in base alla loro composizione (tipo di molecola e carica ionica) possono risultare più o meno aggressivi sulla pelle. I Sodium Lauryl Sulfate (SLS) e i Sodium Laureth Sulfate (SLES), per esempio, svolgono un’azione detergente per contrasto forte e aggressiva; altri di derivazione vegetale, come gli anfoacetati da olio di riso e da olio di babassu, detergono sempre per contrasto ma svolgono un’azione delicata ed efficace, senza alterare la barriera cutanea.

Nella linea KDL Fiocchi di Riso, Sa di me è il detergente per il corpo, con tensioattivi delicati, senza SLS e SLES, che svolge una detersione per contrasto nel pieno rispetto della cute.

Se preferisci invece una detersione per affinità, allora, all’interno della stessa linea, puoi optare per Olio Emudermico ed Emulatte: non necessitano di risciacquo, basta un semplice dischetto di cotone da passare sulla cute per una pulizia profonda e delicata al tempo stesso.

Entrambi sono prodotti eudermici contenenti il prezioso olio di emu, che lascia sulla cute del bambino sostanze nutrienti e idratanti, nel pieno rispetto delle sue funzioni fisiologiche. Da notare che anche la paraffina deterge per affinità ma a differenza degli oli eudermici (come l’olio di emu, l’olio riso, l’olio di jojoba e l’olio di oliva) non svolge un’azione eudermica perché crea una barriera occlusiva sulla pelle, chiudendo i pori e impedendo la traspirazione cutanea.

Il tocco finale?

Sia Sa di me, che l’Olio Emudermico che infine Emulatte non contengono conservanti né profumi, così sarà ancora più facile “assaporare” il delicato profumo naturale della pelle del tuo bambino.