La filosofia dei “più” e dei “senza”

OLIO DI EMU: conosciuto e usato dagli aborigeni australiani fin dai tempi più remoti. Lo utilizzavano in caso di scottature per il suo ottimo effetto riepitelizzante, cicatrizzante e riparatore in caso di infiammazioni grazie alla presenza degli acidi grassi omega 3, 6 e 9.

Questo pool lipidico similsebo bilanciato dona proprietà antinfiammatorie e di rigenerazione cellulare, promuovendo l’elasticità cutanea ed un incremento medio dello spessore cutaneo del 9% sostenendo la produzione di collagene. L’olio di emu puro non sviluppa coltura batterica, ottima caratteristica batteriostatica. Viene recuperato come scarto della catena alimentare nel pieno rispetto dell’allevamento dell’animale allo stato brado.

La fattoria da cui proviene l’olio è localizzata nella parte sud dell’Australia e utilizza nella macellazione alimentare la terza generazione degli animali nel rispetto di quanto richiesto dal Ministero della Salute.
Composizione in termini di acidi grassi:

  • polinsaturi 7,8%
  • monoinsaturi 58,2%
  • saturi 34%

COMPOSIZIONE E PROPRIETÀ DELL’OLIO DI EMU:

L’emu è un uccello dalle grandi dimensioni originario dell’Australia.
Le ali, embrionali, sono nascoste sotto il piumaggio; misurano solo un decimo della lunghezza dell’intero corpo e vengono usate principalmente per un’azione rinfrescante. L’olio, estratto dallo strato sottocutaneo del dorso, è fisicamente cremoso e di colore bianco-opaco. Da analisi effettuate presso i Laboratori di Dermatologia della Texas Medical School di Houston risulta che l’olio di emu è costituito dal 58,2% di acidi grassi monoinsaturi, 7,8% di acidi grassi polinsaturi e dal 34% di acidi grassi saturi. Questa composizione è molto simile a quella della cute umana.

Un ottimo emulsionante
L’olio di emu ha dimostrato eccellenti capacità emulsionanti. Infatti lega ottimamente l’acqua e le sostanze oleose, realizzando così un’ottima crema-base che presenta, inoltre, il vantaggio di non lasciare residui oleosi sulla pelle dopo l’applicazione.

Capacità di carrier
La singolare ricchezza in acidi grassi monoinsaturi, ed in particolare in acido oleico, ha destato ulteriore interesse negli studiosi poiché questo componente possiede la capacità di penetrare gli strati della pelle.

Azione antinfiammatoria
Studiosi australiani hanno isolato dall’olio di emu un componente di colore giallo con un importante ruolo attivo nell’attività antinfiammatoria.
Altri studi hanno evidenziato che l’olio di emu, utilizzato per via topica, riduce il dolore da bruciatura e che possiede capacità antinfiammatorie a diversi livelli: riduce il gonfiore e le contratture articolari, promuove il riassorbimento degli edemi e riduce il dolore muscolare. (Attività antinfiammatoria dell’olio di emu, Smith C, Craig-Smith M., Auburn University, VeterinarY School, Alabama, Issue of the AEA Convention, Las Vegas 1995).
L’olio di emu è il più biocompatibilmente attivo, come segnalato nel giornale medico internazionale, “Inflammopharmacology” 1998.
È nel registro australiano delle sostanze terapeutiche (ARTG) come ingrediente attivo per il trattamento di una gamma di disturbi infiammatori.
Esaminato e risultato 100% NON TOSSICO.

Autoconservante (Batteriostaticità)
Test di laboratorio mostrano che quest’olio, allo stato puro, non sviluppa coltura batterica. I ricercatori della University of Texas Medical School di Houston riferiscono che l’olio di emu risulta ottimamente conservato anche in concentrazioni al 100%. Inoltre l’equilibrata presenza di acidi grassi preserva l’olio di emu dai fenomeni di ossidazione conferendogli una particolare capacità di legare i radicali liberi. Queste caratteristiche permettono di ridurre la quota di eccipienti e conservanti normalmente presenti, in quantità elevate, nelle pomate in commercio e spesso causa di irritazioni cutanee.

Azione eudermica
L’olio di emu è risultato ampiamente tollerato anche dalle pelli più sensibili come quelle dei bambini e dei neonati.

Azione riepitelizzante
Al Thimoty J.Harner Burn Center affiliato della University Medical Center Lubbock, Texas uno studio in doppio cieco ha validato scientificamente l’impiego dell’olio di emu sulle bruciature e sulle scottature, evidenziando inoltre una buona attività riepitelizzante.

Non comedogenico
Prove effettuate presso il reparto di dermatologia dell’Occupation Dermatology Laboratory presso l’Università del Texas dimostrano che l’olio di emu non è comedogenico pertanto non ostruisce i pori.

Naturale fattore di protezione solare
Studi preclinici hanno evidenziato la capacità dell’olio di emu di bloccare l’assorbimento degli UVA ed UVB e questa caratteristica di avere un fattore solare intrinseco potrebbe trovare applicazione nella formulazione di prodotti solari.

STUDIO DI EFFICACIA DELL’OLIO DI EMU SULL’INVECCHIAMENTO DELLA PELLE NEI SOGGETTI ANZIANI.

Uno studio rivolto a verificare il modello d’azione dell’olio di emu sul processo di invecchiamento dei tessuti, la perdita di elasticità della pelle, di adesione ai tessuti profondi e di rigenerazione cellulare è stato condotto su 8 soggetti anziani con età media di 72 anni che hanno utilizzato l’olio di emu almeno una volta al giorno sul dorso della mano per 6 settimane.
All’inizio ed alla fine dello studio è stato misurato lo spessore della cute. L’incremento dello spessore è risultato essere da 8,6% a 10,6% con una media del 9%. Ulteriori studi clinici, effettuati in Australia e coordinati dal Dr. George Hobday, dermatologo, hanno infine evidenziato che l’olio di emu promuove la rigenerazione cellulare con effetti superiori del 15%, dato riferito al collagene; risolve le infiammazioni della pelle, le bruciature e le scottature; riduce i dolori articolari, muscolari ed artritici.

Uno studio effettuato ad Albany New York dal Dottor Jerome Chao, noto chirurgo plastico statunitense, su pazienti operate di recente al seno ha evidenziato l’eccellente proprietà dell’olio di emu sulla rigenerazione delle cicatrici.

L’Olio di emu di Fiocchi di Riso è selezionato e controllato con i massimi criteri di qualità e sicurezza. Originale australiano.

OLIO DI CRUSCA DI RISO

  • (Oryza Sativa Bran Oil): si ricava dal rivestimento esterno del chicco di riso, presenta un colore dorato chiaro e viene usato all’interno dei saponi per donare loro una consistenza ricca e cremosa. Oltre che per i suoi benefici, è infatti eccellente per le pelli sensibili, grazie alle sue proprietà idratanti. Contiene acido fitico, una vitamina del complesso B che si ritiene possa stimolare la circolazione e la crescita cellulare, rendendo così la cute più luminosa. L’olio di crusca di riso contiene anche grandi quantità di squalene, una sostanza che costituisce il 12% del sebo umano, l’idratante naturale della pelle che viene prodotto nel fegato. L’olio di crusca di riso è uno schermo solare naturale e contiene notevoli quantità di vitamina E, una sostanza che favorisce la riduzione degli inestetismi dovuti a tessuti cicatrizzati e il miglioramento dello stato generale della pelle. Quest’olio presenta una naturale affinità con la pelle, su cui può essere applicato agevolmente e dalla quale viene assorbito rapidamente, senza lasciare una sensazione di unto.

OLIO DI BABASSU BIOLOGICO

  • (Orbignya Oleifera Seed Oil): olio ottenuto dalle noci del babassu, palma originaria del Brasile, con proprietà molto simili a quelle dell’olio di cocco. Si presenta come una massa solida a temperatura ambiente, di colore bianco-avorio e con odore caratteristico. Viene deodorizzato attraverso iniezione a vapore sotto vuoto. È composto principalmente da gliceridi degli acidi grassi laurico, miristico, oleico (omega 9) e linoleico (omega 6). Contiene una frazione insaponificabile ricca di steroli e tocoferoli. Viene impiegato in ambito cosmetico per le sue proprietà emollienti, lubrificanti, protettive e nutrienti per pelli secche e sensibili. Considerato un ingrediente sicuro e non irritante restituisce morbidezza alla cute.

OLIO DI COTONE

  • (Gossypium Herbaceum Seed Oil): dalle proprietà emollienti, addolcenti e lenitive cutanee.  

OLIO DI JOJOBA

  • (Simmondsia Chinensis Seed Oil): olio estratto dai semi della jojoba, una pianta appartenente alla famiglia delle Buxacee. La totale assenza di glicerina lo rende radicalmente diverso da tutti gli altri oli, perché non si tratta di un grasso ma di una cera liquida ricca in ceramidi. Questa caratteristica lo rende altamente assorbibile dalla pelle umana e molto compatibile con essa essendo molto simile al sebo umano. È  ricco di antiossidanti che lo rendono stabile all’irrancidimento. Non è irritante sulla cute né induce reazioni di sensibilizzazione cutanea.     

OLIO DI OLIVA BIOLOGICO

  • (Olea Europaea Oil): dalle proprietà emollienti, ammorbidenti e antinfiammatorie utile in tutti gli stati di secchezza e desquamazione cutanea. Negli ultimi anni è stato dimostrato che l’olio d’oliva ha una composizione in grassi (trigliceridi) molto simile al sebo della cute e tra i lipidi naturali è quello con un’eccellente affinità per lo strato lipidico della pelle. L’olio di oliva è un grasso liquido a temperatura ambiente costituito per circa il 98% da trigliceridi, che rappresentano la frazione saponificabile, e per una minima parte, circa il 2%, da una frazione insaponificabile. Tra gli altri componenti, preziosi per la cute, ricordiamo il discreto contenuto di vitamine liposolubili quali la vitamina A e la vitamina E dalle note proprietà antiossidanti. I principi dell’olio d’oliva aiutano a ricostruire la barriera cutanea inducendo la formazione di lipidi epidermici con un corretto contenuto di acidi grassi insaturi.

ESTRATTO DI COTONE

  • (Gossypium Herbaceum Extract): proprietà addolcenti, idratanti ed emollienti; particolarmente indicato per pelli delicate e sensibili.

ESTRATTO DI SESAMO

  • (Sesamum Indicum Seed Extract): dai piccoli semi della  pianta di sesamo appartenente alla famiglia delle Pedaliacee, si ricava un olio ricco di antiossidanti, vitamine (A + E) e acidi grassi polinsaturi, apprezzato per le preziose qualità salutari e nella dermocosmesi per le proprietà protettive e nutrienti per la pelle.

ESTRATTO DI OLIVO

  • (Olea Europaea Leaf Extract): proprietà antiossidanti e protettive della cute.

ESTRATTO DI MALVA

  • (Malva Sylvestris Leaf Extract): ricco in mucillagine principalmente costituita da L-ramnosio, L-arbinosio, L-galattosio, D-glucosio e acido galatturonico che insieme agli antociani (malvina e malvidina) e vitamina A, B1 e C, costituisce la parte attiva dell’estratto. Le mucillagini sono in grado di assorbire grandi quantità d’acqua formando un gel fluido che, come un film sottile, cede lentamente acqua allo strato corneo. L’estratto ha perciò proprietà emollienti, ammorbidenti e protettive.

ESTRATTO DI RISO

  • (Oryza Sativa Extract): ricco in polifenoli e minerali ha un ottimo effetto antiossidante e aiuta la pelle a proteggersi dalle aggressioni esterne.

ALOE VERA

  • (Aloe Barbadensis Extract): stimola la produzione cellulare attraverso l’attività degli amminoacidi di cui è ricca e  che sono la base per la formazione di nuove cellule. L’aloe vera fornisce gli amminoacidi di cui il corpo ha bisogno per crescere. L’aloe vera incrementa la produzione di collagene, la proteina che funge da sostegno per la pelle, in quanto accelera la produzione dei fibroblasti umani da 6 a 8 volte rispetto alla normale produzione cellulare. I fibroblasti producono le fibre del tessuto cicatriziale che serve per chiudere le ferite, più sono numerosi più la guarigione è rapida. L’aloe vera presenta la capacità di favorire la rigenerazione cellulare, cosi da renderla un potente agente rigenerante per tutti i tipi di ferite. È uno straordinario idratante per la pelle, agendo su di essa in due modi: grazie alla sua capacità di trasportare nutrienti  attraverso gli strati della pelle, ne facilita la penetrazione e l’assorbimento, ed inoltre, grazie al suo contenuto di polisaccaridi funzionalizza la barriera che impedisce alla pelle di perdere acqua.

PROTEINE IDROLIZZATE DI RISO

  • (Hydrolized Rice Protein): dalle proprietà attive nell’incrementare la sintesi dei glucosaminoglicani conferendo alla cute stessa una maggior capacità di rigenerazione cellulare. Tra gli amminoacidi presenti, importante è la Lisina in quanto partecipa alla sintesi della cheratina, proteina principale dell’epidermide.

PROTEINE DEL LATTE

  • (Hydrolized Milk Protein): particolarmente affini a quelle della pelle, per realizzare cosmetici idratanti e ristrutturanti. Queste proteine agiscono supportando e mantenendo la vitalità delle cellule del derma della pelle, con attivazione del metabolismo cellulare e della sintesi di collagene. L’effetto rigenerativo cellulare porta quindi ad un aumento dell’elasticità cutanea e dello spessore epidermico. La pelle risulterà più tonica ed idratata, più elastica e vitale. (Presenti solo in Emulatte)

LANOLINA

  • (Lanolin): cera ad azione emolliente prodotta dalle ghiandole sebacee della pecora. Si accumula nel vello lanoso dove svolge funzioni protettive ed emollienti per l’animale. Tipologia di grasso saturo. La lanolina utilizzata su Clemulina S plus è priva della  parte allergizzante (alcoli).                                                                                                                                   


COLOSTRO BOVINO

  • (Colostrum): contiene fattori immunitari, fattori di crescita, prostaglandine, proteine, grassi, vitamine e minerali, aumenta la vitalità delle cellule e il loro naturale processo di ricambio conferendo al tempo stesso alla cute un’ottima attività elasticizzante. Ricco di amminoacidi e lattoferrina ossia una proteina globulare multifunzionale con attività antimicrobica, sia battericida che fungicida. L’attività antimicrobica della lattoferrina è correlata alla sua affinità per il Fe3+. La combinazione della lattoferrina con lo ione ferrico nelle secrezioni mucose modula l’attività e le capacità aggregative dei batteri e dei virus verso le membrane cellulari. Questo perché alcuni batteri richiedono ferro per poter effettuare la replicazione cellulare e la lattoferrina, al contrario, lo sottrae dall’ambiente circostante, impedendone la proliferazione.

SALI TISSUTALI DI SCHÜSSLER:

  • minerali inorganici attivi, presenti nel nostro organismo che insieme alle sostanze organiche permettono di costruire le cellule di cui il corpo è composto. Sostengono le fasi metaboliche dei disturbi cutanei e favoriscono la rigenerazione e la struttura della pelle stessa.

FERRUM PHOSPHORICUM

  • (Ferric Phosphate): è il sale fondamentale nella prima fase dell’infiammazione, fase nella quale le mucose sono infiammate, congestionate e di colore rosso vivo. Inoltre questo sale svolge un ruolo importante nei processi di ossigenazione dei tessuti. (Presente nei prodotti Pasta Emu e Clemulina S plus)

KALIUM SULFURICUM

  • (Potassium Sulfate): sale che partecipa alla terza e ultima fase del processo infiammatorio, fase nella quale l’organismo elimina i detriti cellulari ed i cataboliti della flogosi. Questo minerale è particolarmente rappresentato nel tessuto cutaneo, dove lo zolfo in esso contenuto favorisce l’eliminazione dei cataboliti tossici. (Presente nel prodotto Pasta Emu)

CALCIUM SULFURICUM

  • (Calcium Sulfate): modula l’attività immunologica ed ha un’azione depurativa sulle mucose  con un ruolo rilevante nel mantenimento della salute del tessuto cutaneo. (Presente nel prodotto Pasta Emu)

NATRIUM SULFURICUM

  • (Sodium Sulfate): promuove le funzioni di escrezione ed eliminazione agendo sull’equilibrio dei liquidi organici, determinando la fuoriuscita di acqua dalle cellule. A livello cutaneo la cattiva gestione dei liquidi organici favorisce la comparsa di eczemi umidi che richiedono perciò la presenza di questo sale. (Presente nel prodotto Pasta Emu)

SILICA

  • è un sale presente in tutti i tessuti del corpo. Conferisce durezza e sostegno a tutti i tessuti connettivi, favorendo la crescita e la riparazione di tessuti lesi, stimolando la produzione di collagene.(Presente nei prodotti Pasta Emu e Clemulina S plus)

KALIUM MURIATICUM

  • (Potassium Chloride): sale che regola la seconda fase dell’infiammazione (secrezioni bianche), nella quale esso si lega per idrolisi alle sostanze che hanno provocato l’infiammazione, inducendone l’eliminazione attraverso la liberazione di muco e fibre. (Presente nel prodotto Clemulina S plus)


I nostri eccipienti di derivazione vegetale, con eccellente compatibilità cutanea, altamente biodegradabili

  • CAPRYLIC CAPRYC TRIGLICERIDE (Olio Emudermico, Emulatte, Emugen bustina B)
  • CETEARYL GLUCOSIDE e CETEARYL ALCOHOL da amido e olio di cocco, creano una crema base O/A, utilizzata in Emulatte, che presenta struttura lamellare simile ai lipidi epidermici rinforzando il rivestimento esterno dei lipidi dello strato corneo della barriera cutanea
  • SORBITAN SESQICAPRYLATE (Sa di Me, Fior di Me, Intimo Me, Emugen bustina A)
  • SODIUM STEAROYL GLUTAMATE (Emulatte)

…SENZA SOSTANZE OCCLUSIVE, DISIDRATANTI, TERMOBLOCCANTI O DISFUNZIONALI

Paraffina: olio di origine minerale che può contenere tracce di idrocarburi aromatici policiclici. Utilizzata spesso per la sua inerzia chimica, buona lavorabilità e dai costi contenuti ma caratterizzata per non avere molta affinità con la cute sulla quale svolge un’azione solo lubrificante. Nel tempo può causare depigmentazione epidermica, un ispessimento dello strato germinativo dell’epidermide e degli epiteli costituenti le guaine dei follicoli pilo-sebacei, con conseguente comparsa di dermatite. La paraffina è comedogenica e limita la traspirazione trans-epidermica.

Parabeni: conservanti di sintesi. Il loro uso sta diventando sempre più controverso, per la loro potenziale capacità di mimare chimicamente gli estrogeni.

Donatori di formaldeide: Imidazolidinyl Urea, Diazolidinyl Urea, Sodium Hydroxymethil Glycinate, Benzylhemiformal possono, modificando la propria struttura, liberare formaldeide, sostanza con una potenziale attività cancerogena.

1,4-Diossano: sottoprodotto che si forma in fase di produzione di tensioattivi e composti etossilati, è irritante per gli occhi e le vie respiratorie, è sospettato di causare danni al sistema nervoso centrale e provocare danni renali. È un sospetto cancerogeno.

Sodium lauryl sulfate e sodium laureth sulfate: noti anche come SLS e SLES sono tensioattivi  largamente impiegati nei detergenti ma risultano essere piuttosto irritanti ed aggressivi, inoltre possono in fase di produzione generare il sottoprodotto 1,4-Diossano.

Tea dea mea: mono-di-triethanolamine, impiegate come correttori di acidità, ma che, tramite reazioni chimiche favorite da particolari condizioni danno origine a molecole chiamate nitrosamine, il cui coinvolgimento in processi di potenziale cancerogenesi è ampiamente riportato in studi scientifici.

PEG e PPG: polietilenglicoli e polipropilenglicoli, derivati da gas, sono polimeri sintetici derivati dall’ossido di etilene. Un numero più alto significa un più elevato livello di etossilazione. Da queste sostanze può formarsi l’1,4-Diossano.

Coloranti e profumi sintetici: irritanti sulla pelle, potenzialmente tossici.

Ossido di zinco: utilizzato in preparazioni cosmetiche con una percentuale variabile dal 10 al 50% dalle proprietà antinfiammatorie ma tende a disidratare la cute e ad assottigliarla ed essendo spesso veicolato con oli minerali crea sulla cute una barriera occlusiva di non facile rimozione. Il suo utilizzo è da limitare in situazioni di infiammazione, come nell’eritema da pannolino e da evitare invece nell’igiene quotidiana come prevenzione.

 


 

BIBLIOGRAFIA:
Gianni Proserpio, Racchini Elena, Manuale di cosmetologia, BCM Editrice, 2008
Giulia Penazzi, La pelle del neonato, Tecniche Nuove, 2004
Jochen Schleimer, I sali della vita, Tecniche Nuove, Milano, 2000
Chapman Esther, How to use the 12 Tissue Salt: a guide to the biochemic treatment of pain and diseas, London: New Era Laboratories, 1970
Thomas Feuchtinger, Elisabeth Mandl, Susana Niedan, Handbuch der Biochemie nach Dr. Schuessler, Hang Verlag, Stuttgart, 2003
Cosmetics unmasked, Dr. Stephen & Gina A