Prendersi cura di seno e capezzolo durante l’allattamento

Prendersi cura di seno e capezzolo durante l’allattamento

La cura di seno e capezzolo in allattamento

L’allattamento è un momento molto particolare nella vita di una donna sia dal punto di vista emotivo che dal punto di vista fisiologico, poiché la pelle del seno va incontro a sollecitazioni nuove fin dai primi giorni di attaccamento del neonato.


 

Cosa succede durante i primi giorni di allattamento

Durante i primi giorni di allattamento il capezzolo della neo-mamma subisce delle ripetute sollecitazioni e resta costantemente umido a causa del continuo contatto con la bocca del neonato. In questo periodo una buona igiene di base è fondamentale: nella normale igiene quotidiana è importante lavare il seno con un detergente delicato a risciacquo, puoi utilizzare lo stesso detergente che utilizzi per il primo bagnetto del tuo piccolo, ideato per non alterare il film idrolipidico. Prima di ogni poppata ricordati di lavare con cura le mani con un sapone dermocompatibile.

La suzione del neonato è molto potente. Il contatto tra le labbra del piccolo e l’areola del capezzolo, soprattutto se non avviene nella corretta modalità “a ventosa”, può causare arrossamenti e piccole lacerazioni sull’areola o sulla delicatissima pelle del seno. Anche se un neonato si attacca correttamente, con una succhiata troppo vigorosa e poppate frequenti, può sollecitare i tessuti stressandoli oltre la loro tenuta fisiologica. L’utilizzo di paracapezzoli morbidi e di creme lenitive e rigeneranti con Omega 3, 6, 9 sono alleati preziosi per supportare la cute irritata e permettere alla mamma di continuare ad allattare al seno.
 

Il consiglio per la pelle degli esperti Fiocchi di Riso

In presenza di ragadi, il disagio maggiore viene percepito nel momento in cui il bambino si attacca al seno e la ripetuta suzione contrasta con la cicatrizzazione e la rigenerazione delle ferite. In questi casi vi è la necessità di agire precocemente con l’obiettivo di verificare ed eventualmente correggere con il supporto di un professionista le modalità di attaccamento del bambino, che possono aver contribuito a causare le lesioni.

I nostri preparati