Come trattare la pelle in caso di dermatite da sudore  (sudamina) del neonato

Traspirazione

La dermatite da sudore (sudamina) del neonato si risolve tenendo la pelle asciutta
Con l’alzarsi delle temperature e l’arrivo del caldo potrebbero fare la comparsa sulla pelle del tuo bambino puntini rossi e bollicine. Potrebbe trattarsi di sudamina (detta anche miliaria negli adulti), una condizione infiammatoria che può causare prurito e fastidio oltre alla comprensibile preoccupazione di mamma e papà. Per prima cosa consulta il tuo pediatra. L’utilizzo di prodotti dermocompatibili ad alto potere assorbente può aiutare a regolare la sudorazione senza compromettere la fisiologica traspirazione della pelle.


 

Le cause della dermatite da sudore

La sudamina è una dermatite da sudore che si può verificare in presenza di temperature e umidità elevate, di altri agenti esterni occlusivi o di sudorazione anomala, se i dotti delle ghiandole sudoripare non riescono a espellere adeguatamente il sudore prodotto. Compare spesso su guance, collo, spalle, pancia, ma anche tra le grandi pieghe cutanee di ascelle, inguine e dietro alle ginocchia e ai gomiti.

La sudamina è molto frequente nei neonati e nei bambini, perché i pori della loro pelle sono più piccoli rispetto a quelli degli adulti e il rischio di ostruzione è maggiore.

La sudamina può comparire anche in autunno e in inverno se il bambino viene coperto troppo e può essere confusa con la sesta malattia, specie se compare insieme o in seguito alla febbre. Sarà l’accurata diagnosi del pediatra a constatare se si tratta effettivamente di una dermatite da sudore.
 

Supportare la pelle in caso di sudamina

Scegliere prodotti coadiuvanti in caso di eccessiva sudorazione, assorbenti e lenitivi, può aiutare a ristabilire la dermofunzionalità nelle fasi di arrossamento, donando alla pelle sollievo e piacevole sensazione di freschezza.

Per prevenire il verificarsi di questa problematica, la prima regola è quella di evitare le situazioni che potrebbero favorire la sudorazione. Mantieni fresco il corpo del bambino in tutte le stagioni, vestendolo in modo adeguato perché non sudi. In estate prediligi indumenti leggeri in cotone o in lino, che lasciano traspirare la pelle. In inverno evita di coprirlo troppo, anche durante la notte, e tieni il suo lettino in una zona della stanza ben areata, lontano dai termosifoni. Arieggia spesso i locali, così da mantenerli più freschi e purificare l’aria da germi e batteri.

Il bagnetto può diventare l’occasione per rinfrescare e dare sollievo al prurito, utilizzando acqua tiepida attorno ai 36 gradi. Per l'igiene quotidiana prediligi prodotti dermocompatibili: una regola che vale per mantenere la pelle sana e ripristinare il suo naturale equilibrio quando è irritata.

Quando è possibile svesti il bambino, togliendo anche il pannolino. Controlla che non sudi tastando il torace o, se ha poche settimane di vita, la nuca. Mantienilo idratato offrendogli spesso l’acqua durante il giorno e prima di addormentarsi una tisana adatta ai bambini, non dolcificata.
 

Una pelle perfettamente asciutta risolve più in fretta la dermatite da sudore

È fondamentale tenere asciutta la pelle: oltre ad asciugarla perfettamente dopo il bagnetto e il cambio, puoi utilizzare una polvere assorbente a base di amido di riso e amido di mais, per mantenere la pelle asciutta e donare sollievo alla cute irritata.

Un prodotto dall’elevato potere assorbente è indicato anche per regolare la sudorazione ed è un valido alleato da tenere a portata di mano, che puoi utilizzare anche in caso di arrossamenti, irritazioni da sfregamento o da agenti esterni, o per lenire il prurito causato da malattie esantematiche come la varicella.

Una volta ripristinata la fisiologica funzionalità cutanea, utilizza una crema lipidica eudermica, cioè affine alla pelle, idratante e non occlusiva, per nutrire e idratare la cute nelle zone che la sudamina ha reso ruvide e screpolate.

 

Il consiglio per la pelle degli esperti Fiocchi di Riso

È preferibile non utilizzare talco minerale. Prima di acquistare il prodotto controlla che sia un preparato paidocosmetico adatto ai neonati, testato per l’alta tollerabilità e la traspirazione cutanea.