Le zanzare hanno un radar per il sudore del neonato. #ciaociaozanzare

Le zanzare hanno un radar per il sudore: disinnescalo così. #ciaociaozanzare

Come tenere lontane le zanzare proteggendo la pelle dalle punture.

Le zanzare sono insetti piuttosto diffusi e la loro puntura può essere molto fastidiosa per la pelle. Ma cosa attira questi insetti? Non è il sangue dolce come molti pensano, non esiste infatti una qualità di sangue preferita, piuttosto è il calore umano, l’emissione di anidride carbonica e l’odore della nostra pelle ad attirarle. A pungere è solo la zanzara femmina che, per maturare le uova contenute nel suo addome, necessita di proteine presenti nel nostro sangue e in quello di alcuni animali.


 

Perché le zanzare sono attratte dal sudore

La zanzara riconosce le sue “prede” dall’odore di alcune sostanze emesse dal loro corpo, come anidride carbonica, acido lattico e sudore. Questo spiega perché sono i neonati e i bambini a essere più vulnerabili: avendo un maggior rapporto superficie/peso rispetto all’adulto hanno una maggior dispersione di calore e con le loro 500 ghiandole sudoripare su centimetro quadrato (rispetto alle 120 dell’adulto) sudano in misura maggiore.

Le zanzare notturne riescono a individuarci anche al buio attraverso le radiazioni infrarosse emesse dal corpo: “sentono” la CO2 della nostra respirazione e l’acido lattico, che è abbondante nel sudore. Ecco perché alcune zanzare pungono preferibilmente le caviglie: il sudore dei piedi è un mix di ammoniaca, acido lattico e acido propionico. Poiché il sudore agisce come un radar che guida le zanzare verso la pelle del bambino, è importante mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti per proteggerci dalla loro attenzione.
 

Come proteggere bambini e neonati dalle punture di zanzara

Lo sai che per la pelle delicata e sensibile del neonato, un repellente può essere molto aggressivo? Ecco perché è importante adottare alcuni accorgimenti meccanici e naturali per proteggere la pelle dei più piccoli fin dai primi giorni. Ad esempio puoi creare una barriera meccanica coprendolo durante le passeggiate con indumenti leggeri in tessuto naturale, come cotone o lino, che tengano al sicuro le braccia e le gambe lasciando la pelle fresca e libera di respirare. Durante la notte sopra la culla o il lettino, e di giorno sul passeggino e la carrozzina, puoi distendere una zanzariera a trama fitta. Giornate in spiaggia e passeggiate estive serali con la famiglia saranno più tranquille e spensierate.
 

Il consiglio per la pelle degli esperti Fiocchi di Riso

Durante il periodo estivo è inoltre importante prendersi cura della pelle dei bimbi con ingredienti naturali che regolino la fisiologica sudorazione, mantenendo la cute asciutta e la proteggano naturalmente senza l’uso di repellenti.

I nostri preparati